Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

Il cinno torna a casa da suo padre comunista, poi PDS,quindi Ds con il cuore bertinottiano ed ora Pd."Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude comunista non capisce e non si adegua:"Non dire sciocchezze!".Il figlio insiste:"Papà,papà,i coccodrilli volano!".Il rude compagno sembra scoppiare:"E' quella fascista della maestra a dirti queste bugie?"."Papà,l'ho letto sull'Unità".Il vecchio compagno si affloscia,non capisce ma si adegua:"Volano, volano ... svulazen ... svolazzano".

domenica, maggio 17, 2015

Ipocrisia buonista

Ieri, a Bologna, si è tenuta una asfittica manifestazione favorevole ai rom ed ai sinti.
Asfittica perchè le cronache parlano di 400 partecipanti la maggioranza dei quali politici di sinistra e aderenti ai centri sociali.
Contemporaneamente si sono svolte quattro manifestazioni (purtroppo separate) di Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Forza Nuova che hanno evidenziato come gli zingari e i clandestini siano dei privilegiati rispetto agli Italiani sempre più in miseria (nota: la fotografia a corredo del presente commento è tratta da internet e relativa ad una analoga manifestazione davanti alla prefettura di Torino, non avendo ancora a disposizione immagini delle manifestazioni di ieri).
Non solo, siano anche un pericolo per la coesione e la pace sociale dell'Italia.
Bene si espressero, in due diverse occasioni, la Meloni e Salvini, quando dissero che gli zingari, se cittadini italiani, dovevano comportarsi come tutti gli Italiani.
Se poveri dovevano iscriversi nelle liste di collocamento e attendere, in graduatoria senza punteggi di favore per la loro origine zingara, le assegnazioni di case e lavoro.
Ma cero non si possono tollerare campi abusivi, con allacciamenti gratuiti alle utenze che noi paghiamo (e salato !).
Non a caso la manifestazione a favore degli zingari è stata caratterizzata da slogan contro Forza Italia e Lega e, personalmente, attacchi a Salvini, a dimostrazione che Salvini è, oggi, nella percezione comunista, il leader nemico (e, ex contrario, deve da noi essere sostenuto).
Oggi, poi, mi piace segnalare l'editoriale del Direttore del Carlino Andrea Cangini che, sia pur alternando scritti ossequiosi verso il chiacchierone di Firenze, quando affronta argomenti che ancora non sono entrati nella propaganda del parolaio d'Arno, riesce a rispolverare il Carlino che piace a me.
Mettendo per iscritto quel che tutti noi pensiamo e sappiamo: ipocrisia buonista.



Entra ne